Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La Scuola Medica Salernitana: storia e principi

La Scuola Medica Salernitana, la più antica e celebre istituzione medica del mondo occidentale, è stata la manifestazione culturale e scientifica più rilevante dell’intero Medioevo.


Lo storico della Filosofia Aniello Montano (Acerra, 1941 - 2015) e lo storico dell'antichità Giovanni Pugliese Carratelli (Napoli 1911 - Roma 2010) ne ricostruiscono le origini, a partire dalla prima testimonianza scritta risalente al IX secolo d.C. fino ad alcune iscrizioni su statue, ritrovate nell’antica città greca di Elea (Velia per i romani), rinvenute nel corso di scavi archeologici nella seconda metà del secolo scorso. 

 

Nata secondo la leggenda nell'Alto Medioevo dall'incontro di quattro maestri, un ebreo, un arabo, un greco e un salernitano, in realtà la Scuola Medica Salernitana ha radici molto più antiche, che affondano nella scuola filosofica e politica fondata a Crotone dal filosofo greco Pitagora nel VI secolo a.C.


Una medicina olistica che, come raccontano il direttore del Giardino della Minerva di Salerno, Luciano Mauro e il primario emerito dell'Ospedale Giovanni da Procida di Salerno, Giuseppe Lauriello, aveva i suoi riferimenti più importanti nella tradizione classica ippocratico galenica: il corpo umano era considerato nella sua interezza come un microcosmo all’interno del macrocosmo della natura. 


Importante, come spiega l'ideatrice del Museo virtuale della Scuola medica salernitana, Mariella Pasca, fu il ruolo che all’interno della Scuola ebbero le donne: nel XI secolo d. C. a Salerno le donne esercitavano la professione di medico e scrivevano trattati di medicina.