Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Zettel Presenta: Maurizio Ferraris - Nietzsche e la volontà di potenza

Friedrich Wilhelm Nietzsche nasce a Röcken nel 1844. Comincia il proprio percorso accademico nel 1864 scegliendo i corsi di teologia a cui preferirà ben presto gli studi filologici. Nel 1869, all’età di soli 25 anni, è chiamato ad insegnare presso l’Università svizzera di Basilea dove ottiene un favorevole riscontro da parte degli allievi.

La prima opera che segna l’inizio del suo cammino filosofico, anche se ancora in un contesto filologico, è La nascita della tragedia, pubblicata nel 1872. Proponendo un’interpretazione innovativa dell’origine della tragedia greca, con questo testo Nietzsche si espone a dure critiche da parte della cerchia dei filologi più tradizionalisti.

Importante elemento che emerge attraverso quest’opera è il suo interesse per la figura di Dioniso. Declinata in senso filosofico, essa rappresenta la forza, la libertà dalle costrizioni convenzionali, l’infrazione dell’ordine, ma anche la leggerezza, ossia i caratteri che costituiscono i tratti essenziali del pensiero di Nietzsche.

Pensiero che attraverso uno stile tagliente e aforistico riflette sulla necessità di riconsiderare tutti i valori correnti, sull’urgenza di una nuova concezione dell’uomo, del tempo e della storia, fino a giungere al celebre annuncio della morte di Dio.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo