Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Hervé Cavallera. La “salvezza” nella verità in Giovanni Gentile e in Emanuele Severino

Hervé Cavallera, in questa intervista realizzata in occasione del Congresso Internazionale "All'alba dell'eternità. I primi 60 anni de La struttura originaria" (Brescia 2-3 marzo 2018), riflette sul fatto che ogni filosofia è da sempre una risposta alla domanda sul tema fondamentale di quale sarà il nostro destino dopo la morte.
Nel Novecento coloro che hanno risposto a questa domanda sono stati principalmente Giovanni Gentile e Emanuele Severino, pensatori provenienti dal cattolicesimo, ma che con il cattolicesimo hanno avuto problemi. La questione che ambedue si sono posti è già presente nel pensiero spinoziano, ossia il destino dell’io empirico. Per Gentile il soggetto si salva superando la sua particolarità e universalizzandosi, il soggetto che rimane è l’io trascendentale. A distanza di decenni Emanuele Severino riprende questo problema, teorizzando la salvezza del soggetto non nella sua individualità come volontà, ma superando la volontà e da questo punto di vista anche la filosofia di Severino diventa una forma di salvezza.

Hervé A. Cavallera è professore ordinario di Storia della Pedagogia nell’Università del Salento (già di Lecce), ove ha ricoperto la carica di Direttore del Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche e ricopre la carica di Presidente dei Corsi di laurea in Area pedagogica. È componente dei Comitati scientifici della “Fondazione Ugo Spirito” (Roma), della “Fondazione Giovanni Gentile per gli Studi Filosofici” (Università di Roma – “La Sapienza”), del Centro Interuniversitario di Bioetica e Diritti Umani dell’Università del Salento e della “Fondazione Elémire Zolla”. È socio della “Società Italiana di Pedagogia” e del “Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa”, di cui è membro del Direttivo; è Socio ordinario della Società di Storia Patria per la Puglia (ed è Presidente della Sezione di Tricase) e di altre associazioni scientifiche nazionali e internazionali. È direttore del Centro Interuniversitario di Bioetica e Diritti Umani.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo