Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

I sofisti: Protagora

Nelle interviste contenute nel filmato, tratte dall’Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche, Mario Vegetti, docente ordinario di storia della filosofia antica all`Università di Pavia e Hans Georg Gadamer (Marburg 1900-2002), approfondiscono alcuni aspetti del pensiero di Protagora (Abdera ca. 485 a. C.).
Dopo una breve introduzione sulla vita del filosofo greco, considerato il primo sofista della storia, Mario Vegetti afferma che Protagora svincola il concetto di giustizia da ogni principio trascendente, per ricondurlo unicamente alla legge positiva della città. Gli uomini, pertanto, in quanto cittadini sono "la misura dei valori" perché promulgano le leggi che stabiliscono ciò che è giusto. Si tratta, sostiene Vegetti, di una tesi pericolosa per la stessa democrazia, perché le norme morali e politiche, private di un fondamento oggettivo, vengono a trovarsi completamente in balia del potere che le impone.
Secondo Gadamer, Protagora è un oratore politico, ed il principio «l`uomo è misura di tutte le cose» è un’affermazione di carattere politico, da interpretarsi nel senso che è necessario riferire i nostri scopi all’agire sociale e politico, per soddisfare le esigenze di volta in volta attuali.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo