Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Massimo Carboni: "Il genio è senza opera. Filosofie antiche e arti contemporanee"

Lo storico, critico dell’arte e teorico dell’estetica Massimo Carboni, docente di Estetica presso l’Università della Tuscia di Viterbo e l’Accademia di Belle Arti di Firenze, intervistato al Festival della Filosofia di Modena del 2017 “Le forme del creare”, racconta il suo libro Il genio è senza opera. Filosofie antiche e arti contemporanee.

I filosofi presocratici e i filosofi ellenistici filosofavano con la vita, con l’esempio pratico e il loro comportamento costituiva una filosofia di vita. Questo aspetto ci rimanda a vedere le convergenze esistenti alle origini tra le discipline orientali e la filosofia occidentale, perché come è noto il maestro orientale insegna con esempi di vita. L’arte oggi si identifica non più solo con la rappresentazione e la produzione di cose materiali ma anche con una pratica performativa, che lascia dietro di se non opere ma comportamenti esemplari. In qualche modo gli artisti contemporanei potrebbero essere identificati con gli eredi di quella filosofia vivente che è stata alle origini del pensiero occidentale.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo