Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Renzo Arbore: il ruolo della televisione per la conservazione della memoria

 

Renzo Arbore nel corso della cerimonia conclusiva della trentunesima edizione del Premio Elsa Morante che si è svolta a Napoli ha parlato della ruolo televisione per la conservazione della memoria e della cultura.
Arbore, che ha ricevuto il Premio alla Comunicazione per il documentario “Da Palermo a New Orleans… e fu subito jazz”, è stato sollecitato a parlare dell’argomento dall’ex direttore di Rai3 Paolo Ruffini, attualmente direttore DI TV2000, che gli ha rivolto una domanda sulla comunicazione e la conservazione dell’identità culturale italiana.
Arbore risponde citando come esempio di quella che dovrebbe la televisone pubblica, le reti che definisce “reti rifugio”, come i canali di Rai Cultura, per i quali dichiara di aver lavorato e di continuare a lavorare anche gratis, pur di lasciare delle testimonianze.
Si tratta, conclude Arbore, di programmi che rimangono negli archivi come documenti, come memoria per il futuro e che costituiscono la “nuova letteratura”.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo