Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Valente: la teologia medievale

Nell'intervista sulla teologia medievale, Luisa Valente - docente di Storia della filosofia medievale all'università La Sapienza - cerca di sfatare il luogo comune secondo cui nel Medioevo non ci sarebbe stata una vera e propria filosofia, quanto piuttosto una filosofia totalmente schiacciata dalle istanze teologiche.

In realtà i termini "filosofia" e "teologia" non sono qualcosa di statico e perenne, bensì soggetti al mutamento storico. Quando si parla di filosofia e teologia nel Medioevo, quindi, bisogna fare attenzione alle distinzioni che esse ebbero durante i circa 10 secoli con cui oggi caratterizziamo quest'epoca storica.

Due delle più importanti classificazioni del sapere in uso nel Medioevo prevedono la teologia come parte della filosofia. Luisa Valente ci illustra i due tipi di classificazione, in base ai quali la distinzione non risulta tanto tra "filosofi" e "teologi", quanto, ad esempio, tra filosofi "naturali" e filosofi "teologici".

Luisa Valente: la pagina personale de La Sapienza

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo