Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Determinismo e Libero Arbitrio: da Parmenide alla meccanica quantistica. Straordinaria partecipazione di pubblico a Milano per Gerard 't Hooft (Nobel per la Fisica 1999), Emanuele Severino e Piero Coda

Determinismo e Libero Arbitrio: da Parmenide alla meccanica quantistica. Straordinaria partecipazione di pubblico a Milano per Gerard 't Hooft (Nobel per la Fisica 1999), Emanuele Severino e Piero Coda

Milano ha ospitato sabato 13 Maggio un convegno, organizzato dalla Fondazione Cariplo, che ha fatto registrare un incredibile successo di pubblico: interminabili code per accedere in sala e al termine la folla in piedi ad applaudire. Gerard 't Hooft (Nobel per la Fisica 1999), Emanuele Severino, e Piero Coda si sono confrontati su un tema che si trova ad un tempo alle radici della Meccanica Quantistica, la più enigmatica teoria fisica, e alle origini stesse del pensiero occidentale: la contrapposizione e l'intreccio tra Determinismo e Libero Arbitrio. Le declinazioni del tema (legge o caso, libertà o necessità, ...) sono state innumerevoli nel corso dei secoli e hanno attraversato e diviso tutti i campi del sapere e dell'esperienza umana. La stessa definizione di Uomo e il rapporto con la Natura e Dio sono stati indissolubilmente legati ad un'interpretazione di tale diade. Su: http://www.fondazionecariplo.it/it/news/istituzionali/determinismo-e-libero-arbitrio-alle-frontiere-della-meccanica-quantistica-alle-origini-del-pensiero-occidentale.html